Servizi per i Cittadini

Informazioni su manutenzione e ispezione degli impianti termici

Tutti gli impianti termici devono essere sottoposti a manutenzione periodica e eserciti nel rispetto delle norme vigenti.
Il rispetto di queste disposizioni da parte del responsabile di impianto è fondamentale per mantenere l’impianto efficiente e sicuro.

Sportello Energia fornisce un servizio informativo gratuito sugli obblighi normativi e sulle modalità corrette di esercizio e manutenzione dell’impianto termico, attraverso il servizio di supporto telefonico, a mezzo mail attraverso il sito internet (Faq) o presso la sede di Via Sile 8 il martedì e il giovedì dalle 10:00 alle 13:00 (vedi la sezione contatti).

Rivolgendosi allo Sportello Energia è possibile ricevere indicazioni e supporto per verificare che gli interventi di manutenzione effettuati sul proprio impianto termico siano stati correttamente registrati sul Catasto CURIT dal manutentore incaricato, come previsto dalle norme vigenti.

Mediante comportamenti corretti e responsabili è possibile contribuire al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni inquinanti e si possono contenere le proprie spese per il riscaldamento e la climatizzazione.

Le norme vigenti prevedono che le Autorità Competenti effettuino Ispezioni a campione su almeno il 5% degli impianti esistenti sul proprio territorio. L’ispezione è obbligatoria per Legge (D.G.R. n. XI/3502 del 05/08/2020) ed è finalizzata a verificare la conformità dell’impianto alle norme vigenti. Costituisce un servizio gratuito che permette di individuare gli interventi per rendere o mantenere l’impianto efficiente e sicuro.

La violazione degli obblighi relativi alla manutenzione e alla conduzione degli impianti termici può determinare l’irrogazione di sanzioni amministrative al Responsabile di Impianto.

Quando a seguito di un’ispezione il nostro impianto termico risulta inefficiente o presenta anomalie nell’ installazione, il Comune di Milano invia un’ordinanza di messa a norma. È questa l’occasione per valutare attentamente le azioni da adottare e decidere quali investimenti effettuare per avere un impianto efficiente e sicuro.

Attraverso il servizio di supporto telefonico, o a mezzo mail attraverso il sito internet (Faq) è possibile mettersi in contatto con lo Sportello Energia e ricevere tutto il supporto necessario per la messa a norma dell’impianto.

Si ricorda che i documenti necessari a corredo dell’impianto termico sono:

  • targa dell’impianto
  • libretto di impianto conforme al modello adottato;
  • libretto di uso e manutenzione dell’impianto redatto dall’impresa che lo ha realizzato o che è incaricata della manutenzione dell’impianto;
  • libretti di istruzioni di uso e manutenzione dei generatori, bruciatori e apparecchiature dell’impianto forniti dai produttori;
    autorizzazioni amministrative quali libretto matricolare di impianto, s.c.i.a antincendio e denuncia INAIL, ove obbligatori;
  • dichiarazione di conformità o dichiarazione di rispondenza prevista dal D.M. 37/2008, e per gli impianti installati antecedentemente al 2008, documentazione di cui alla L 46/90 o al DPR 218/98, dichiarazione di rispondenza;
  • i rapporti di controllo tecnico previsti per ogni manutenzione effettuata (sia ordinaria che straordinaria);

Informazioni su incentivi fiscali e bandi del Comune

Per incentivo fiscale si intende una agevolazione di carattere tributario che si sostanzia nell’esenzione dal pagamento di determinati tributi o nella riduzione del loro ammontare.

Oltre agli incentivi previsti a livello statale consultabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate, il Comune di Milano propone periodicamente propri bandi ed incentivi a sostegno dei soggetti più fragili residenti all’interno del territorio comunale, per consentire il rispetto della normativa in tema di impianti termici.

Bando Manutenzione Impianti Termici Autonomi (M.I.T.A.)
Scaduto il 22.03.2022

Il Comune di Milano ha stanziato 600.000 euro di contributo a fondo perduto per interventi di messa in sicurezza e manutenzione ordinaria degli impianti termici autonomi.
Tra i requisiti per partecipare al bando figura un ISEE minore o uguale a € 9.360,00.

Caratteristiche del contributo
Se sei in regola con le manutenzioni delle stagioni 2019/2020 e 2020/2021 della tua caldaia, il contributo coprirà l’85% delle spese per la manutenzione ordinaria fino ad un massimo di 110 Euro.
Se hai già fatto la manutenzione per questa stagione termica (dopo il 1° agosto 2021) puoi comunque partecipare al Bando e dovrai allegare la ricevuta che attesta il pagamento.
Se sei in difficoltà e negli ultimi due anni hai saltato qualche manutenzione potrai comunque fare la domanda. Se entrerai in graduatoria ti manderemo un manutentore che verificherà lo stato del tuo impianto e provvederà, se possibile in base alle condizioni del bando, alla manutenzione.

Comunicazione cambio di responsabile o dismissione di un impianto

Un impianto termico, ai sensi della DGR 3502/ 2020, si considera disattivato quando risulta privo di parti essenziali, ovvero quelle parti senza le quali l’impianto non può funzionare:

  • il generatore di calore,
  • il contatore del vettore energetico,
  • il serbatoio combustibile,
  • l’impianto di distribuzione e/o radiatori,
  • il collegamento all’impianto elettrico.

Non si può considerare disattivo un impianto semplicemente non funzionante o non utilizzato!!

La dismissione deve essere effettuata con modalità idonee a non consentire in alcun modo l’utilizzo dell’impianto o garantire che sia stata disattivata la fornitura del vettore energetico al generatore.

Occorrerà allegare alla dichiarazione, documentazione che dimostri l’effettiva disattivazione quale:

  • Bolletta in cui compaia la voce “richiesta di disattivazione” e/o “spese cessazione contratto” e/o “chiusura contratto”;
  • Foto del contatore piombato e/o dei tubi non collegati al generatore;
  • Altra documentazione idonea allo scopo.


Le segnalazioni, saranno da inviare alla mail sportello.energia@amat-mi.it

Limiti di temperatura e richiesta di controlli

L’attuale Delibera di Giunta Regionale n XI 3502 del 05 agosto 2020, all’articolo 7 prevede quanto segue:

Comma 1
Durante il funzionamento dell’impianto termico per la climatizzazione invernale, la media ponderata delle temperature dell’aria non può essere superiore ai seguenti valori:

a) 18°C + 2°C di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili;
b) 20°C + 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici.

Il mantenimento della temperatura dell’aria negli ambienti entro i limiti fissati è ottenuto con accorgimenti che non comportino spreco di energia.

Valori modificati per la Stagione Termica 2022/23 dal DM n. 383 del 6.10.2022

Comma 7 
L’esercizio degli impianti termici per la climatizzazione invernale è consentito nel rispetto dei limiti di seguito indicati per ciascuna zona climatica in cui è suddivisa la Lombardia, come indicato dal DPR 412/1993: (Milano è zona E)

Zona E: ore 14 giornaliere (articolate anche in due o più sezioni) dal 15 ottobre al 15 aprile.

Periodo modificato da Ordinanza Sindacale n. 53 del 18.10.2022

È possibile richiedere un controllo del rispetto dei valori massimi della temperatura dell’aria negli ambienti: per effettuare la richiesta compilare il Modulo per controllo di temperatura e inviarlo corredato da scansione del Documento di Identità a sportello.energia@amat-mi.it
La rilevazione verrà effettuata da un tecnico qualificato, dotato di strumentazione e secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

Esecuzione dei controlli
L’Autorità competente, sulla base delle informazioni fornite, comunicherà in che modo dare seguito alla richiesta, oppure richiederà maggiori approfondimenti

Costo della rilevazione

  • Qualora l’ispezione accerti l’effettivo superamento dei valori massimi e minimi consentiti in violazione della norma, il richiedente sarà esonerato dal pagamento dell’onere di controllo
  • in caso negativo, il costo della verifica ammonta a € 66,00, a carico del richiedente.
 
Si precisa che lo Sportello Energia si occupa unicamente delle sovratemperature invernali e delle sotto temperature estive, per quanto riguarda le problematiche relative alle eventuali sotto temperature invernali, occorre rivolgersi all’ufficio Igiene dell’abitato del Comune di Milano.

Richiesta di controllo impianto termico proprio o altrui

È possibile richiedere un controllo sul proprio impianto termico oppure sull’impianto del proprio condominio; è possibile, inoltre, richiedere ispezioni su impianti altrui, in casi di effettiva pericolosità accertata e documentata.

Verifica del rispetto del divieto di riscaldamento

Si ricorda il divieto di climatizzazione estiva e invernale di cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie, box, garage e depositi, occorre pertanto disattivare eventuali impianti termici che si trovano in detti spazi; è possibile, quindi, richiedere un controllo del divieto di riscaldamento nel proprio condominio qualora si riscontri l’inosservanza di tale divieto.

L’inosservanza del divieto di riscaldamento di locali non abitati, comporta l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dall’art. 27, comma 13 bis, della L.R. 24/2006, da € 250,00 a € 2.500,00, oltre ad ulteriori € 10,00 per ciascun metro cubo di volume lordo indebitamente climatizzato. Anche in questo caso è possibile richiedere un controllo.

Via Tommaso Pini, 1 Milano
P.IVA 12908910156
Copyright © 2022 Sportello Energia | Powered by Inix Group Italia